Raccolta Rifiuti

ECOPUNTI

NEL COMUNE DI SALZA DI PINEROLO

Borgata Didiero

Borgata Fontane

Negli ecopunti sono presenti i cassonetti per effettuare la raccolta differenziata di 

Vetro

Carta

Plastica

Secco_residuo

Come fare la raccolta differenziata? Per saperne di più clicca qui

La raccolta è effettuata dal Consorzio Acea Pinerolese

NUOVI_ORARI_ECOISOLE in vigore dal 16 febbraio 2016

Che cos'è un ECOISOLA?

Come accedere alle ECOISOLE?

visita il sito del Consorzio Acea Pinerolese

AUTOCOMPOSTAGGIO

Il regolamento comunale ha il fine di disciplinare la pratica del compostaggio domestico, anche detto autocompostaggio, applicato sia per le utenze domestiche che non domestiche.
Le utenze domestiche e non domestiche presenti sul territorio comunale che effettuano il compostaggio dei rifiuti a matrice organica costituti da scarti di cucina e da scarti vegetali, così come definito nelle “Indicazioni di buone pratiche” allegate al sotto riportato regolamento al fine dell’utilizzo in sito del materiale compostato prodotto, contribuiscono a ridurre la quantità dei rifiuti prodotti e conferiti al servizio pubblico di gestione e possono quindi avere diritto ad una riduzione nella misura del 10% limitatamente alla quota variabile dell’importo dovuto a titolo di TARI.

Per avere diritto alla riduzione della TARI per la pratica del compostaggio domestico, l’area dove avviene il compostaggio deve essere situata nel territorio del Comune di Salza di Pinerolo. Qualora tale area non sia ubicata all’indirizzo dove l’utente ha la propria dimora abituale, l’ubicazione dell’area medesima deve essere indicata nell’istanza di
inserimento nell’Albo comunale dei compostatori.

Ancorché si impegnino ad effettuare il compostaggio domestico, non hanno diritto alla riduzione della TARI le utenze che hanno insoluti pregressi in termini di TARSU, TARES e TARI.

Controlli, cancellazione dall’Albo comunale dei compostatori, decadenza della riduzione TARI


Al fine di verificare il buon andamento della pratica del compostaggio domestico sono predisposti controlli periodici presso il domicilio degli iscritti all’Albo comunale dei compostatori ovvero nel luogo dove i medesimi hanno dichiarato di praticare il compostaggio.

I controlli saranno effettuati periodicamente nei modi e tempi che verranno individuati dall’amministrazione.

Il Comune provvederà direttamente all’attività di controllo o potrà affidare tale attività a società/enti/associazioni autorizzati all’esercizio di questa attività i quali lo svolgeranno in totale autonomia secondo le direttive impartite dal Comune.

Detto personale incaricato non ha la possibilità di effettuare sanzioni.

Dei suddetti controlli è redatto apposito verbale in duplice copia, di cui una èconsegnata all’utente. Copia del verbale è trasmessa agli uffici comunali.
Qualora il controllo accerti che l’utenza non provvede al compostaggio domestico secondo il presente Regolamento o che tale attività è realizzata in modo sporadico, l’utenza medesima è invitata, con apposita annotazione nel verbale di cui al comma 4 ad adeguarsi entro il termine di quindici giorni.

Trascorso tale termine, è eseguito un nuovo controllo. Se il nuovo controllo dà esito negativo, è disposta la cancellazione dell’utenza medesima dall’Albo comunale dei compostatori dalla data del primo controllo che ha dato esito negativo.

L’utenza che non consente lo svolgimento delle attività di controllo è automaticamente cancellata dall’Albo comunale dei compostatori.

L’utenza può richiedere la cancellazione dall’Albo comunale dei compostatori tramite comunicazione scritta, in carta semplice, indirizzata all’Ufficio Tributi del Comune di Salza di Pinerolo.

La cancellazione dall’Albo comunale dei compostatori comporta la decadenza d’ufficio della riduzione sulla TARI a decorrere dalla data in cui è stato effettuato il controllo che ha dato esito negativo o in cui è stata richiesta la cancellazione dall’Albo.

Nel caso in cui le attività di controllo abbiano dato esito negativo, l’utenza non potrà riscriversi all’Albo comunale dei compostatori nei due anni solari successivi alla data di cancellazione.

REGOLAMENTO COMUNALE SULL'AUTOCOMPOSTAGGIO

Modello per Iscrizione Albo compostatori

Modello per Cancellazione Albo compostatori

  

L'umido è corretto se è nel verde sacchetto

Modificare le piccole abitudini per arrivare a grandi risultati.
Indispensabile la collaborazione dei cittadini.

verde sacchetto Il nuovo impianto di valorizzazione Secco/Umido dell'Acea può rappresentare la risposta vincente al problema dello smaltimento dei rifiuti e ai suoi costi.

L'orientamento della politica nazionale così come quella regionale va infatti in una stessa direzione: penalizzare lo smaltimento in discarica (aumento dei costi anche con l'aggiunta di addizionali), così da spingere Consorzi e le Aziende deputate alla gestione ambientale a trovare soluzioni funzionali, idonee, economiche e rispettose dell'ambiente.

L'ACEA ci è riuscita: dopo impegnative ricerche è arrivata ad una soluzione che in modo molto equilibrato riesce a contenere tutti gli elementi richiesti dall'orientamento legislativo e politico. Ha compiuto uno sforzo notevole, investendo circa 20 milioni di euro per la realizzazione dell'impianto, consapevole del fatto che quest'investimento rappresenta un patrimonio di grande valore per tutto il territorio e per i suoi cittadini. Non a caso Regione e Provincia indicano proprio il consorzio Acea come Azienda da seguire per trovare soluzioni ottimali per il prossimo futuro.

Tutti questi sforzi, però, potranno trasformarsi in vantaggi reali solo con la collaborazione dei cittadini, solo con la disponibilità a modificare alcune piccole semplici abitudini: smaltire i rifiuti non altrimenti differenziabili in frazione Secca e frazione Umida, anziché conferire entrambi in un unico sacchetto.

Il nuovo impianto si basa sulla suddivisione dei rifiuti in frazione Umida e frazione Secca di tutto ciò che non può essere smaltito tramite la consueta raccolta differenziata. In pratica questo impianto dà il via a un nuovo sistema di smaltimento, mentre la carta, il vetro, la plastica dovranno continuare ad essere smaltiti separatamente negli specifici cassonetti stradali della "differenziata" o nelle Eco-Isole, così come le pile, gli indumenti e i medicinali, ecc…

SECCO

Tutto ciò che rimane dopo le raccolte differenziate, la raccolta della frazione "umido", i conferimenti all'Eco isola.
Ad esempio: tappi, lattine, tessuti, stracci, piatti di plastica, poliaccoppiati, piatti, tazze, polistiroli.
La frazione Secco può essere depositata in qualsiasi sacchetto.

UMIDO

Rivoltare il sacchetto dell'ACEA in modo che presenti la facciata verde all'esterno.
Ad esempio: avanzi di cibo, alimenti deteriorati, scaduti (privi di contenitore), frutta, ortaggi, carta sporca, bustine te, fondi caffè, pannolini, scopatura, fiori, foglie, rifiuti portacenere.


 

CALCOLO IUC

PRIMA DI EFFETTUARE IL CALCOLO LEGGERE ATTENTAMENTE LE NOTE INFORMATIVE

- IMU

- TASI

Traduttore Automatico

Italian English French

Gallerie Fotografiche

Accessibilità

Bussola della Trasparenza

bussola-report
Verifica nuovi adempimenti D.Lgs n.33/2013

Area Riservata

Privacy Policy

Cookie Policy

Copyright © 2010 Sito istituzionale del Comune di Salza di Pinerolo - TO - Bg. Didiero, 24 - 10060 Salza di Pinerolo (TO)
C.F. 85003370013 - P.I. 02641460015 - tel/fax 0121.808836 - e-mail: comune.salza@dag.it - PEC: salza.di.pinerolo@cert.ruparpiemonte.it